Friendly Print | Contatti  | RSS |  Mappa

Comitato interuniversitario

Base dati ed editoria in rete

Il Ciber -> Bibliografie e link utili -> Glossario sui contratti -> Glossario sul Web 2.0

  Glossario sui contratti
  Glossario sul Web 2.0
  Liste di discussione
  Riviste
  Siti interessanti

GLOSSARIO WEB 2.0

B

Blog
è la contrazione di web log, ovvero "traccia su rete". Il fenomeno ha avuto origine in America nel 1997 e in Italia è divenuto di moda nel 2001, con la nascita dei primi servizi gratuiti dedicati alla gestione di blog.

Bookmark
Definito anche "segnalibro" e presente in tutti i browser, permette l'automatica memorizzazione del sito che stiamo visitando in modo da poterci tornare con la semplice selezione dell'intestazione del sito. (vedi socialbookmarking)

C

Connotea
è un servizio di social bookmarking pensato per la comunità scientifica internazionale. Unisce i servizi di tagging a un target scientifico e servizi innovativi quali commentare gli URI inseriti con possibilità di esportare automaticamente la propria library in formato RIS (usato per le references nei paper scientifici). L’idea di poter commentare gli URI inseriti crea delle discussioni e dei pareri collegate in modo del tutto automatico e molto simile a quello che succede nei blog e in altri social software.

D

Digg
è una piattaforma Web-2.0 che combina il concetto di social bookmark con i blog, specializzatasi su notizie, video e podcast. Gli utenti creano dei rimandi alle novità, con titolo, descrizione e categoria, che vengono valutati positivamente dagli altri utenti grazie al collegamento ”digg it!“.


F

Facebook
è uno strumento sociale che collega tra loro le persone; per lavoro, per gioco, per ritrovarsi, per condividire.

Feed
Servizio che rende disponibili dei contenuti (ad esempio le news) da inviare in abbonamento. I feed si basano ad esempio su RSS o sul più recente Atom (feed) e vengono impiegati soprattutto su piattaforme in cui appaiono regolarmente nuovi contenuti. In questo modo gli abbonati vengono informati automaticamente in caso di modifiche o novità, senza necessità di controllare con regolarità la piattaforma.


Flickr

permette agli iscritti di condividere fotografie personali con chiunque abbia accesso a Internet, in un ambiente Web 2.0


L

LibGuides
è il sistema di gestione e condivisione dei contenuti per le biblioteche.

Library 2.0
Library 2.0 o Biblioteca 2.0 è un termine con valenza molto ampia che designa un modello di servizi bibliotecari modernizzati e riflette la transizione nel modo in cui i servizi sono erogati agli utenti all’interno del mondo bibliotecario. Il concetto di Library 2.0 deriva da quello di Business 2.0 e di Web 2.0 ed ha in comune con questi due concetti la filosofia che sta alla base. Library 2.0 include dei servizi online, come l’utilizzo degli OPAC, e comporta un sempre maggior flusso di informazioni fornite dall’utente alla biblioteca.

LibX
è un plug-in open source di Firefox e Explorer che consente l'accesso dirette alle risorse in biblioteca.


M

Mashup

Per mashup (dall’inglese ”to mash”, mescolare) si intende la creazione di nuovi contenuti tramite la (ri)combinazione di testi già esistenti. Testi, dati, immagini, suoni o video possono essere combinati allo stessa stregua di un collage. I mashup utilizzano allo scopo le interfacce di programmazione (API) aperte, che rendono disponibili altre applicazioni web.
Ad esempio, tramite le API di Google, è possibile creare siti web che utilizzano cartine o foto da satellite e dotarli di contrassegni personalizzati. Anche l’API di Flickr viene spesso utilizzata per integrare le foto in nuove applicazioni.
Una numero particolarmente elevato di mashup collega in questo modo dati geografici, ad esempio di Google Maps, con altri contenuti come foto o piccoli annunci. Possono essere anche integrati video provenienti da altri siti web, ad esempio da YouTube.


P

Podcasting

Definisce la produzione e l’offerta di dati media (podcast audio o video) in Internet. La parola è composta dai due lemmi iPod e broadcasting. Un singolo podcast è quindi una serie di contributi media (episodi) che possono essere ricevuti automaticamente tramite un feed (per lo più RSS).


R

RSS

Il Real Simple Syndication è uno standard basato sull’XML indipendentemente da una piattaforma, grazie a cui si possono integrare in modo semplice nel proprio sito Web messaggi o altri contenuti Web. Il RSS costituisce il fondamento tecnico per la fiorente cultura dei blog e delle community. In questo caso si è soliti fondere contenuti propri con testi, immagini, audioclip o videoclip di terzi.


S

Slideshare

permette agli iscritti di condividere le proprie presentazioni in ppt con chiunque abbia accesso a Internet, in un ambiente Web 2.0

Social bookmarking
è un servizio basato sul web, dove vengono resi disponibili elenchi di segnalibri (bookmark) creati dagli utenti.Questi elenchi sono liberamente consultabili e condivisibili con gli altri utenti appartenenti alla stessa comunità virtuale.

Social network
Reti basate sul Web, in cui gli utenti possono lasciare un profilo personale, spesso corredato da foto, musica o video. Esempi di tali applicazioni Web 2.0 sono MySpace, Facebook etc. I contatti degli utenti compaiono non di rado sui rispettivi profili, il che agevola il collegamento con contatti di secondo grado.

Social software
Il termine riguarda tutte quelle applicazioni software che consentono agli individui di incontrarsi, interagire e collaborare in rete ed, in particolare, di creare comunità on-line.

T


Tag Cloud
Letteralmente nuvola di tag. Non è altro che un insieme di tag (parole chiave) associate ai vari post. L’insieme viene rappresentato dando risalto ai termini più utilizzati ingrandendone il carattere. In proporzione più un tag viene utilizzato e più avrà una dimensione rilevante.


Tag

Il più importante aiuto per la navigazione sul Web 2.0. All’interno dei blog e delle community i contenuti dell’autore vengono corredati con voci di propria scelta, i cosiddetti tag. Pertanto altri utenti, ad esempio nella foto-community Flickr, possono ricercare delle foto con un determinato motivo.

 
Tagging

L'attribuzione di una parola chiave (tag) ad una risorsa informativa. E' un'operazione sempre più presente sul Web per archiviare indirizzi internet, fotografie, video, documenti individuando velocemente l'argomento principale dal punto di vista degli utenti. L'uso esteso e sociale del tagging va a costituire una folksonomia, ovvero un organizzazione delle risorse costruita dal basso con modalità emergente.  Viene definita solitamente social tagging. Si oppone alla tassonomia che al contrario è costruita e calata dall'alto attraverso strutture non modificabili dall'utente.


Trackback
Per trackback si intende il collegamento di contenuti in altri blog.


V

Vlog

Abbreviazione per video log. Blog, in cui i post non sono costituiti da contributi di testo, quanto piuttosto, per la maggior parte, da video (ad es. Youtube).


W

Web cast

I webcast hanno uno scopo simile a quello delle trasmissioni televisive, ma a differenza di queste vengono diffuse via internet. I webcast possono essere trasmessi in diretta oppure essere disponibili su richiesta (on demand).


Widget
Unitamente al Web 2.0, i widget sono piccoli programmi di supporto che appaiono sul desktop di un computer. Ad esempio un traduttore rapido, notizie meteo o un piccolo calcolatore, che possono essere scaricati sul computer dapprima sotto forma di applicazione.


Wiki
Un progetto collettivo, in cui le informazioni vengono inserite da più utenti e collegate tra loro. La creazione di questo tipo di contenuti viene spesso denominata crowdsourcing. Il wiki più conosciuto è Wikipedia, l’enciclopedia online presente dal 2001.


Y

YouTube

è un sito web che consente la condivisione di video tra i suoi utenti; fa uso della tecnologia di Adobe Flash per riprodurre i suoi contenuti, così come Google Video. Lo scopo di YouTube è quello di ospitare solamente video realizzati direttamente da chi li carica anche se spesso contiene materiale di terze parti caricato senza autorizzazione, come spettacoli televisivi e video musicali. Il rispetto del regolamento del sito, che vieta l'upload di materiale protetto da diritto d’autore se non se ne è titolari, si basa su una verifica ex post di quanto proposto dagli utenti. YouTube consente l'incorporazione dei propri video all'interno di altri siti web e si occupa anche di generare il codice HTML necessario.

 

*
Per maggiori informazioni rimandiamo alle pagine del blog di CIBER

 

 

www.localroot.net